Biografie » Ivan Squarcina

Ivan Squarcina

“Ivan Zanicchi”, “Pinchi Piccolo”

Basso elettrico

Ivan Squarcina inizia l’attività nel 1996 come chitarrista e cantante in una cover band di Metal. Nel 1997 entra a far parte dei Time Trilogy (ex Dagons), precursori del Power-Prog italiano che sarà molto in voga negli anni successivi. Conclusa l’esperienza nel 2000, è fondatore degli Angel’s Cape con i quali incide solo una rough track.
Nel 2002 la sua strada si incrocia nuovamente con quella di Andrea Tiengo il quale lo aveva aiutato alcuni anni prima per le registrazioni del disco Time Trilogy II. Con lui avvierà negli anni a seguire molti progetti: “Deep Injury” (Technical Death), “Wet Balance” (Acoustic Progressive) e i “Gears of Doom” (Southern Metal) con i quali parteciperanno ad eventi live di spessore. Conclusa anche questa esperienza, decide che è arrivata l’ora, dopo quasi 20 anni, di suonare ciò che ha sempre amato: il Rock Progressivo alla “Jethro Tull”, alla “King Crimson”, alla “Genesis”, aggiungendo la pazzia di “Frank Zappa” e “Mike Patton”. Lo fa con i Give Us Barabba e lo fa con il basso elettrico, strumento fino a poco tempo fa a lui sconosciuto.

Ivan Squarcina utilizza bassi  Yamaha e amplificatori Gallien Krueger.